I prototipi: la VW38/14

Questa fu un'auto piuttosto interessante in quanto non ricevette mai una carrozzeria Typ60 (Maggiolino per intenderci). Il telaio 38/14 con motore 38/14 fu invece utilizzato per la prima Volkswagen ufficiale in stile militare. Ci furono due tentativi precedenti nel 1937 in cui il telaio W30 venne testato per impiego fuoristrada/militare, ma l'auto 38/14 fu la prima a ricevere un numero di tipo Porsche (Typ62).

Fu progettata una carrozzeria completamente nuova da Franz Xavier Reimspiess all'inizio del 1938. La società Reutter era già impegnata a costruire le carrozzerie VW38, quindi fu affidato anche a loro il compito di costruire la carrozzeria per la Typ62; l'auto fu terminata nell'ottobre 1938. Il tocco di Reutter è ben evidente in questa vettura, e qualcuno potrebbe pensare che questo è una VW38 cabriolet in forma ridotta. Ovviamente Reutter utilizzò gli stessi soldi e gli stessi strumenti per creare la Typ62. L'intero cruscotto e il pannello sotto il parabrezza sono esattamente come quelli di una VW38, inclusi piccoli dettagli come le sedi a "occhio di rana" dove sono montati i bracci dei tergicristalli.

Il telaio del parabrezza fu proprio come sulla cabriolet V303 e sulle successive cabriolet VW38. Persino Herbert Kaes una volta concluse che la vettura era "troppo carina per l'esercito". Oltre ai pannelli presi in prestito dalla VW38, Reutter costruì il resto del corpo con ampi fianchi aperti per un più facile accesso ai sedili, una carrozzeria posteriore arrotondata con 12 fessure di raffreddamento sul cofano motore e dei parafanghi molto simili a quelli del Maggiolino, con grandi cerchi da 18 pollici e pneumatici da fuoristrada. In questa fase non vi erano ancora riduttori o bracci anteriori modificati, quindi le ruote di grande diametro erano il modo più semplice per ottenere l'altezza da terra desiderata.

La numero 14 possedeva targhe temporanee IIIA-0426 in rosso su bianco (già utilizzate da alcuni dei prototipi precedenti come la V1 del 1935, la V3/2 del 1936 e la W30/00 del 1937). Nonostante il progetto Typ62 fosse inizialmente "segreto", all'inizio del 1939 venne mostrato al pubblico al Salone di Vienna. Tuttavia a questo punto la nuova forma del corpo della Typ62 era già in fase di progettazione e il piccolo lotto di questi esemplari fu presto disponibile per ulteriori test. Questo significa che solo un'auto fu costruita con questo stile di carrozzeria. La VW38/14 fu l'unico prototipo Kübelwagen costruito rigorosamente su un telaio numerato VW38. La vettura 38/14 venne ritirata poco dopo, riverniciata in un bicolore blu e per la prima volta immatricolata con targhe permanenti IIB-215162 (dell'Alta Baviera). L'auto fu usata privatamente da Herbert Kaes per un po' e successivamente venne data a Hitler come suo veicolo privato, per l'utilizzo nella sua residenza di Obersalzberg (in Baviera). Infatti solo le auto VW38/31 Typ60 Cabriolet (che vedremo negli articoli più avanti) e VW38/14 Typ62 risultarono ufficialmente sotto il nome di Hitler.



Nel novembre 1938 la VW38/14 Typ62 fu portata nei campi di addestramento militare di Münsingen per alcuni test.

Qui si trova nel parcheggio della fabbrica Porsche. Il cruscotto VW38 è ben visibile in questa foto, così come l'elegante carrozzeria posteriore. Reutter aveva fatto un buon lavoro. Da notare sullo sfondo una linea di prototipi W30 e V2 Cabriolet.

Ferdinand Porsche presenta la Typ62 a Hitler. Rimane l'interrogativo di dove e quando sia stata scattata questa foto.
Che sia forse questa la sua apparizione al pubblico del Salone di Vienna del 1939?

La vettura VW38/14 venne ritirata poco dopo i primi test, riverniciata in un bicolore blu e per la prima volta immatricolata su targhe permanenti IIB-215162 (dell'Alta Baviera). L'auto fu usata privatamente da Herbert Kaes per un po' e successivamente data a Hitler come suo veicolo privato per l'utilizzo nella sua residenza di Obersalzberg.

Ecco un'altra foto della vettura 38/14. Qui è fotografata assieme ad una VW38 non identificata.

Commenti

Ti potranno interessare anche...

File 48: Sandblasted!

Top VW Show #3 - Autodromo Nazionale di Monza