Post

In primo piano...

Il 'Bullet', il van di Iverson

Immagine
Per qualcuno potrà sembrare un esercizio di stile, per qualcun altro semplicemente una trasformazione azzardata e fuori luogo ma una cosa è sicura: tutto ciò che prende forma in quell'affascinante terra chiamata California finisce col passare alla storia.
In questo caso siamo davanti ad una trasformazione "tardiva" e decisamente dal sapore più esotico (se vogliamo definirla così), su di una base un po' meno diffusa rispetto a quelle che abbiamo già visto e conosciuto (il Jersey Looker e gli innumerevoli Split trasformati secondo le contaminazioni del vanning) ma che comunque si è prestata bene: un VW T2 'early model', più diffusamente conosciuto anche come Baywindow.
Il minimo comune denominatore è sempre e comunque uno e lo si può riassumere in una semplice parola: custom. Possiamo anche sbilanciarci ed arrivare ad usarne ben due, perché qui ha senso parlare di quality custom.
"Bullet" è il suo nome in codice. Cinque i mesi che ci sono voluti per …

I prototipi: la VW38/08

Immagine
È interessante come nel caso di alcune auto VW38 ci siano molte foto, mentre per altre quasi non ve ne sono. Questo è il caso dell'auto numero 8, della quale circolano solo pochissime foto (eccone qui di seguito soltanto 3).
Sembrano provenire da due eventi in cui l'auto numero 8 viene ammirata da curiosi: in una figurano gli operai della fabbrica mentre nell'altra foto, secondo Chris Barber, la numero 8 venne portata a Pinzgau, vicino a Zell-am-See, in Austria, dove si trovava la casa della famiglia Porsche. Non si sa molto della numero 8. Non fu data a nessuno in particolare, si sa invece che andò allo stabilimento VW di Fallersleben. Difficile dire quale fosse la sua funzione in fabbrica.
Successivamente sembra che fosse in possesso dalla società Porsche tanto che rimase elencata nei registri della società fino al 1945. La numero 8 potrebbe essere stata utilizzata per vari test sebbene non fu elencata come auto sperimentale (Versuchswagen). La mancanza di foto è alquan…

I prototipi: la VW38/07

Immagine
L'auto numero 7 della serie VW38 fu consegnata al direttore della Volkswagen, Otto Dyckhoff. La numero 7 fu speciale in quanto fu la prima a presentare una piccola modifica al design originale. Le maniglie sui cofani anteriore e posteriore furono aggiornate su questa vettura e, successivamente, rimpiazzarono le più comuni maniglie a "L". Le maniglie precedenti risultarono inefficienti e non bloccabili. È probabile che le nuove impugnature non fossero ancora bloccabili per la VW38 ma sarebbero cambiate in seguito.
L'auto 7 fu spesso fotografata e comparve in un servizio fotografico realizzato nell'estate del 1939 con altre due auto: la VW38/10 con tetto apribile e la vecchia cabriolet V303/3. Le auto vennero fotografate in vari contesti, tra cui la guida sulla nuova autostrada tedesca (Autobahn). Queste foto vennero successivamente utilizzate in varie pubblicazioni. La numero 7 ebbe una lunga vita in quanto rimase ancora presente nelle liste di Porsche nel 1940 e…

I prototipi: la VW38/06

Immagine
Anche l'auto numero 6 della serie VW38 fu assegnata ad un alto ufficiale. Fu Robert Ley, a capo del DAF (Deutsche Arbeitsfront, il Fronte del lavoro tedesco) che che ricevette la VW38/06. Questa macchina fu fotografata in molte occasioni, alle consuete mostre e fiere commerciali. Tuttavia le foto più interessanti furono di una serie che fu fatta per un manuale dell'utente. Queste foto offrono una visione unica dei dettagli interni ed esterni della VW38. La numero 6 trascorse i suoi primi giorni all'interno del parco macchine del DAF. È probabile che funzionari di alto rango come Ley, in realtà, non guidassero l'auto perché in genere si sarebbero mossi in limousine.
Invece la numero 6 e molte altre furono mostrate in vari eventi ospitati dall'organizzazione, il che significa che la numero 6 fu portata in varie filiali del DAF in tutta la Germania per essere presentata ai membri e più un generale al pubblico. Infatti anche le auto 17, 18 e 34 furono date a Robert Le…

I prototipi: la VW38/05

Immagine
La vettura numero 5 della serie VW38 fu la prima delle nuove Volkswagen ad essere assegnata ad un alto ufficiale del governo. La vettura 5 andò al capo dello staff del DAF (il Deutsche Arbeitsfront, ovvero il Fronte tedesco del lavoro), Otto Marrenbach. Il DAF, ed in particolare la sua consociata organizzazione KdF, furono determinanti nello sviluppo del progetto Volkswagen fin da quando l'organizzazione prese in carico il progetto, a metà del 1937. In seguito l'auto finì tra le altre della serie VW38 presso il Centro di Distribuzione e all'ufficio Servizio Clienti Volkswagen. È noto dalle foto che la maggior parte delle auto fu occasionalmente chiamata a comparire in vari spettacoli e mostre. L'auto 5 fu infatti fotografata in diverse occasioni di questo genere.

Questa foto risale al periodo della guerra poiché la targa contiene un marchio V che indica che il veicolo poteva essere guidato liberamente durante gli anni di conflitto ed era idoneo a rinunciare al razionam…